Prezzo relativo

Per prezzo relativo si intende il prezzo di un bene in relazione al prezzo di un altro bene.

Ad esempio, se il prezzo delle noci è di 2 € al chilogrammo, e quello delle mandorle è di 4 € al chilogrammo, il prezzo relativo delle noci (rispetto alle mandorle)sarà, di 2/4, ovvero 1/2.

Significa che per comprare un chilo di noci, è necessaria mezza mandorla (1/2).

 

Se il prezzo delle noci rimane uguale (2€ al kg)e quello delle mandorle raddoppia (passa da 4€ ad 8€ al chilogrammo), anche il prezzo relativo delle noci cambia. In particolare diventa più basso. Avremmo che il prezzo relativo delle noci (rispetto alle mandorle)adesso sarà di 2/8, ovvero 1/4.

Adesso, per comprare un chilo di noci, sarà necessario 1/4 di mandorla.
Ci vogliono meno mandorle per comprare un kg di noci, sebbene il prezzo delle noci non sia cambiato.

Abbiamo parlato del prezzo relativo nel post riguardante le scelte del consumatore (in particolare quando abbiamo parlato del vincolo di bilancio), e nel post sull’effetto reddito e sostituzione:
https://www.vincenzoasaro.it/2020/03/30/le-scelte-del-consumatore/

https://www.vincenzoasaro.it/2020/04/23/effetto-reddito-e-sostituzione-microeconomia/

 

0 People Found This Helpful.

Viewed 3672 times.

2 commenti su “Prezzo relativo”

  1. La spiegazione mi sembra troppo cervellotica o meglio penso che si potrebbe spiegare il concetto di prezzo relativo con esempi più semplici e calzanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto